I Radiohead, una delle più importanti band del pianeta, è scomparsa dal web. Cancellati tutti i profili ufficiali.


 

L’hanno fatto di nuovo. Cosa? Cambiare tutto. Da anni i Radiohead cambiano le carte in tavola. 
Qualche esempio?

2001: Esce AMNESIAC, il fratello gemello di KID A, uscito l’anno prima. In concomitanza viene realizzato un BOT, ovvero un sistema di risposte automatiche via chat, che rispondeva ai fan e dava informazioni sulla band. E no, non c’erano né facebook né telegram.

2007: i Radiohead sono senza etichetta, il loro contratto per 6 album è infatti scaduto. Cosa fanno? Si auto producono e lo mettono online a offerta libera. IN RAINBOWS infatti, oltre a essere acquistabile in cd e vinile dal loro sito, in un periodo post Napster e con Spotify ancora nella culla, si offrono al pubblico. L’album è lì, pagate quanto volete. E no, il crowdfunding e lo streaming non erano così di moda come oggi. E la pirateria dilagava, come oggi.


 

Spariti dal web

Se oggi si accede a Radiohead.com o ai loro profili facebook e twitter tutto quello che troverete sarà del bianco. Nessun post, nessun commento, nessuna foto. Niente.
Si potrebbe pensare a un attacco hacker ma lo ritengo improbabile, proprio perché sono i Radiohead. 
O forse a una mossa commerciale per anticipare l’uscita del nuovo album? È una possibilità.

La pagina facebook dei radiohead
La pagina facebook dei radiohead

Perché cambia tutto?

L’aspetto interessante è che mentre tutto il mondo, Zuckerberg in testa, cerca un posto in rete, il riflettore, il pubblico, i Radiohead hanno fatto un passo indietro. E come nella loro “How to disappear completely”, sono scomparsi dal web lasciando oltre 11 milioni di fan a bocca asciutta.

Forse è presto per fare considerazioni ma ho come l’impressione che abbiano anticipato i tempi ancora una volta. Fossi in Mark starei un po’ in pensiero. Che questa iper presenza, questo darsi in pasto agli altri continuamente, sia una bolla destinata a scoppiare?

Thom, noi di Whead ti aspettiamo se cambi idea, abbiamo Social Media Manager e web developers in abbondanza! Non te ne pentirai!

Intanto vi lasciamo proprio con How to disappear completely.

 

Vincenzo Tiani
Law & Digital Communication

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *