“E perché in un mondo liquido, connesso, dinamico anche Davide può giocarsi la sua partita nello stesso agone digitale di Golia, e vincere.”

( G Factor: Storie di imprese che crescono con Google. P. 62)

Da qualche settimana è in libreria G Factor: Storie di imprese che crescono con Google. Il libro racconta quale sia l’impatto della rete e dei servizi di Google sulle imprese italiane.

 

G Factor Copertina
G Factor: Storie di imprese che crescono con Google
Di Carlo A. Carnevale Maffè, Giampaolo Colletti, Diego Ciulli

 

Siamo onorati di comparire anche noi di Whead come esempio di una realtà che sin dall’inizio è stata digitale, connessa e dinamica e che è nata grazie a Google (molti di noi si sono incontrati grazie al progetto made in Google Eccellenze in Digitale). Whead ha basato il suo modello proprio sulle potenzialità offerte dal web. Negli anni abbiamo dimostrato che essere freelance e condividere progetti a chilometri di distanza è possibile. Che web agency “liquida” non è solo un’etichetta. Come dice il nostro wheader Vincenzo Tiani nel libro:

“Oggi risolviamo col digitale un problema reale. Abbiamo usato ciò che esisteva già, ovvero la rete, per collegare persone che altrimenti non avrebbero mai lavorato insieme”.

G Factor Whead
G Factor: Storie di imprese che crescono con Google
Di Carlo A. Carnevale Maffè, Giampaolo Colletti, Diego Ciulli, p.63

 

Il bello di appartenere a Whead è che come freelance siamo liberi di lavorare ovunque e allo stesso tempo possiamo chiedere supporto o condividere progetti con colleghi che si trovano in un altro continente. E questa modalità di lavoro funziona! Riusciamo a portare a termine progetti complessi, a formare team di professionisti che lavorano a distanza come se si trovassero nella stessa stanza. E i clienti sono soddisfatti.

 

La nostra è una rete pensata da freelance per i freelance.

Più di ogni altra società quindi conosciamo le difficoltà e i problemi dei professionisti. Non adattiamo vecchi modelli alla vita dei nomadi digitali ma ne creiamo di nuovi guardando alle condizioni ottimali di chi lavora in rete e alle richieste delle imprese che oggi stanno più che mai capendo le potenzialità del digitale.

Il nostro valore più grande sono i wheaders, sono loro a rendere la nostra community il miglior posto di lavoro possibile, progetto dopo progetto. E siamo orgogliosi che il nostro modello abbia meritato qualche pagina di G Factor.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *